Protezione da cortocircuito dei fili

L'assicurazione corrente è una forma di assicurazione frequentemente utilizzata, utile negli impianti elettrici. Anche la protezione di ricevitori, motori, trasformatori o distributori è importante, ma il loro comando più importante è proteggere i cavi. Il metodo di protezione da cortocircuito dei fili è così abbandonato da molti anni. Una tecnica più complessa è importante nella protezione da sovraccarico. La scelta della sicurezza richiede dall'efficacia della protezione, oltre che dal sovraccarico a lungo termine di fili e cavi.

Le normative e le parti relative alla costruzione di apparecchiature elettriche stabiliscono i requisiti minimi che le installazioni vogliono fare, tenendo conto delle apparecchiature in sicurezza come tipo di sicurezza, sensibilità, efficienza e posizione. Ci sono situazioni in cui i bisogni sono più esigenti e le garanzie richiedono di esistere certificati. L'enfasi sulla corrente contiene un significato, dove l'installazione sarà implementata. Se questi sono luoghi particolarmente esposti a danni agli impianti elettrici, automaticamente i requisiti di qualità diventano molto alti.La protezione da cortocircuito è il tipo di protezione più comunemente usato. Prevalgono obbligatoriamente in tutti i circuiti elettrici e poi immediatamente all'inizio dell'individuo, sullo sfondo conducono il circuito, come altrove dove c'è una riduzione del carico di fili, ad esempio riducendo la sezione trasversale o una guida diversa. Contrariamente alle apparenze, collocare una protezione da cortocircuito nella struttura del circuito non è così naturale e naturale come potrebbe sembrare. Possono essere posizionati in intervalli di non meno di 3 m da questo elemento. A causa dell'ultimo periodo dal ramo alla protezione, ovviamente, è dimensionato come la sicurezza installata, era di fronte ad esso, questo approccio funziona nel senso che la probabilità di verificarsi di un cortocircuito sull'ultimo aspetto è negativa. La stessa dipendenza è osservata nel sistema per i cavi che collegano le fonti di energia, tra gli altri trasformatori, batterie o generatori con quadri, purché le protezioni siano situate nel quadro, sul retro del circuito. Le due eccezioni sono considerate cortocircuiti se non esiste il cortocircuito dei fili protetti da cortocircuito.Il problema descritto può essere molto sensibile e alcuni utilizzati, ma in realtà vivono nelle installazioni domestiche di tutti noi.